Un nuovo tipo di materiale per celle solari elimina la necessità di utilizzare il piombo, che è un importante ostacolo per questa tecnologia.

Come oramai ben sappiamo, le celle solari che incorporano la perovskite sono più efficienti di quelle attualmente disponibili sul mercato. Tuttavia, ci sono grandi ostacoli al loro uso commerciale: non sono stabili e contengono piombo solubile in acqua, il che costituisce un pericolo per la salute.

Un team di scienziati e ingegneri della Purdue University ha sviluppato un materiale di perovskite, simile a un sandwich, che incorpora materiali organici e inorganici per formare una struttura ibrida che non usa piombo e presenta una stabilità molto migliorata. Questi nuovi materiali di perovskite ibridi organici-inorganici sono più economici e offrono prestazioni migliori rispetto ai tradizionali semiconduttori inorganici.

Secondo il team, con questa nuova tecnologia, si possono rendere i materiali di perovskite ibridi intrinsecamente più stabili. Sostituendo il piombo tossico inoltre, questi nuovi materiali sono migliori per l'ambiente e possono anche essere tranquillamente utilizzati per sensori bioelettronici sul corpo.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Chemistry.

 

fonte: Purdue University

   
© ALLROUNDER