La cogenerazione è una generazione combinata di due diverse forme di energia (meccanica e termica), partendo da una singola fonte energetica (in genere combustibile), realizzata in un unico sistema integrato.
Il sistema primario è un qualunque motore che converte la fonte primaria (combustibile) in energia meccanica che può essere utilizzata per alimentare compressori, pompe e ventilatori, oppure, grazie a un generatore, per produrre energia elettrica.
Un sistema di recupero termico poi raccoglie l'energia termica prodotta dalla combustione e la converte in energia termica utilizzabile che può essere usata direttamente in alcuni processi, oppure per produrre vapore, acqua calda, aria calda per l'essiccamento o acqua fredda per processi di raffreddamento.
Combinando la generazione elettrica e termica in un unico processo, la cogenerazione consente di ottenere un risparmio del 35-40% di combustibile rispetto alla produzione separata delle due forme di energia.
VANTAGGI: Un impianto convenzionale di energia elettrica ha una efficienza di circa il 35%, mentre il restante 65% viene disperso sotto forma di calore.
Con un impianto di cogenerazione invece, il calore prodotto dalla combustione non viene disperso, ma recuperato per altri usi; l'efficienza media di una macchina di cogenerazione di piccola potenza supera il 90%.
I vantaggi più interessanti sono:
  1. la possibilità di ridurre i costi energetici ed in particolare dell'energia elettrica;
  2. la possibilità di attuare un sostanziale risparmio energetico, fino al 40%, della fonte primaria rispetto alla produzione separata delle due forme di energia;
  3. riduzione dell'impatto ambientale rispetto ai sistemi tradizionali; l'ambiente viene beneficiato, nel caso in cui il combustibile sia gas naturale, di una riduzione del 43% delle emissioni di CO2 in atmosfera e una riduzione poco meno del 50% dell'inquinamento termico;
  4. la possibilità di realizzare un impianto a copertura dei propri consumi elettrici e termici con interessanti tempi di rientro del capitale investito, grazie anche ad una defiscalizzazione del gas usato come input.
SVANTAGGI:
Il vantaggio della cogenerazione si presenta quando la domanda di calore è a bassa temperatura e svanisce quando la richiesta di calore è a temperatura elevata.
Inoltre dato che elettricità e calore sono non facilmente accumulabili, la cogenerazione è proponibile quando le due domande sono temporanee.
Questo limita l'uso della cogenerazione a non molte applicazioni: processi industriali, impianti sportivi, piscine, serre, strutture ricettive.
A partire dal 2009 però l'energia elettrica prodotta dalla cogenerazione potrà entro certi limiti avvalersi del servizio di scambio sul posto e questo permetterà di estendere i campi di applicazione.
Siccome le macchine con le quali si effettua la cogenerazione danno calore ed elettricità in dati rapporti, il vantaggio viene conseguito nella misura in cui la domanda di elettricità e calore si manifesta in rapporti uguali ai predetti altrimenti bisogna prevedere l'intervento di una fonte energetica convenzionale ovvero rassegnarsi alla parziale utilizzazione della macchina o al parziale recupero del calore disponibile.
Fortunatamente però col passare del tempo sono disponibili sul mercato sempre più macchine con rapporti calore/elettricità diversi, per cui questo problema è destinato a risolversi.
   
© ALLROUNDER