Una nuova ricerca al Lawrence Berkeley National Laboratory rivela una serie di semiconduttori meno costosi e più abbondanti del silicio che potrebbero essere impiegati nella produzione delle celle solari.
Martedì 24 febbraio 2009 il premier Silvio Berlusconi ha firmato con il presidente francese Nicolas Sarkozy un'accordo di cooperazione nel campo dell'energia nucleare.
L'industria del polysilicon vivrà una fase di grande sviluppo in questo e nel prossimo anno.
L'avvio delle attività di nuovi siti produttivi consentirà di far fronte alla domanda del mercato in costante crescita.
E' iniziata la costruzione del mega impianto fotovoltaico Enel a Montalto di Castro (Viterbo).
È stato annunciato un nuovo record del 18,9% in una cella solare al silicio multicristallino di 150×150 mm.
L’Italia guarda ai Balcani in termini di nuove collaborazioni nel settore energetico, a partire dall’accordo firmato con il Ministero albanese dell’Economia e dell’Energia, per una cooperazione destinata allo sviluppo e all’integrazione dei sistemi di produzione e distribuzione di energia elettrica e gas naturale.
In arrivo le tanto attese linee guida nazionali che, con più di tre anni di ritardo, dovrebbero definire i criteri generali, la metodologia di calcolo, i requisiti di base relativi alla prestazione energetica negli edifici ed degli impianti termici per la climatizzazione invernale e la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari.
Dalla Commissione europea è giunta la notizia di una consultazione pubblica per poter adottare negli Stati membri una strategia comune sull’efficienza energetica.
La consultazione si concluderà nella prima metà del 2009 e quindi la consecutiva “Raccomandazione” con l’indicazione delle singole misure sarà adottata entro la fine 2009.
E’ un provvedimento piuttosto radicale, attuato dal governo del Cantone dei Grigioni, al confine con Austria e Italia, ma che lo avvicina di più alle direttive dell’Unione europea: taglio dei gas serra del 20% entro il 2020.
Allo stato attuale è il primo governo ad aver presso un tale provvedimento.
Sempre più paesi sono interessati a sfruttare il potenziale energetico dei mezzi che ogni giorno percorrono strade e autostrade.
   
© ALLROUNDER