Molti Comuni sono pronti a tassare con l'ICI i parchi fotovoltaici.
A Ornago, in provincia di Milano, è stata realizzata la prima installazione di tegole solari fotovoltaiche.
Si tratta di due impianti da 3 kW e uno da 6 kW che genereranno circa 14000 kWh/anno, evitando così l'immissione annua in atmosfera di 12000 kg di CO2.
E’ pronta la prima “mappa” online delle imprese che operano nei settori dell’energia elettrica e del gas.
Ancora buone notizie dalla Campania sul fronte rifiuti: al via il progetto di un impianto di captazione di biogas nella discarica di Serre, in località Macchia Soprana.
Recentemente i membri di questa associazione hanno sottoscritto una Dichiarazione congiunta in cui hanno espresso l'intenzione di raccogliere un minimo del 65% dei moduli installati in Europa a partire dal 1990 e di riciclare l'85% dei rifiuti.
E' stato presentato recentemente “SolarWorld No.1”, prototipo di auto funzionante esclusivamente ad energia solare.
Pronto il modello di comunicazione per poter accedere alla detrazione d'imposta del 55% riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, sull’involucro di edifici esistenti, di installazione di pannelli solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
Clicca qui
Il ministro delle Finanze norvegese Kristin Halvorsen ha avanzato la proposta di mettere al bando nella nordica nazione, a partire dal 2015, la vendita di modelli automobilistici alimentati a combustibili fossili come impulso allo sviluppo delle tecnologie pulite: motori elettrici, biocarburanti, o fuel cell a idrogeno.
Questa proposta è unica nel suo genere, soprattutto perchè proviene da un rappresentante di una Nazione che è il sesto esportatore al mondo di petrolio.
Con l’approvazione del 13 maggio 2009 da parte del Senato del disegno di legge recante “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia", si delega al Governo di formulare regole sulla localizzazione dei siti per la costruzione di impianti  di produzione d'energia nucleare e per lo stoccaggio dei relativi rifiuti, e l'istituzione della nuova “Agenzia per la Sicurezza Nucleare”.
Il comma 5 dell'art. 5 della legge n.10 del 1991 stabilisce che i piani regolatori dei Comuni, con popolazione superiore a cinquantamila abitanti, devono prevedere uno specifico piano a livello comunale relativo all'uso delle fonti rinnovabili di energia.
Il Comune di Salerno, a tal proposito, ha stipulato il 23 febbraio scorso con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell'Università di Salerno (DIMEC) una convenzione di durata annuale per la stesura del Piano Energetico Comunale (PEC).
   
© ALLROUNDER