Il primo paese a raggiungere l'obiettivo di non produrre più neppure un rifiuto è KamiKatsu, in Giappone.
Da qualche mese nelle vie del paese non ci sono più cassonetti.
Tutto viene riciclato in modo preciso ed efficiente.
Sull'autostrada Milano-Como-Varese partirà nei prossimi mesi un progetto sperimentale di "car pooling" (uso in gruppo dell'auto): chiunque si presenterà al casello con almeno 4 persone a bordo della sua auto avrà uno sconto del 50% sul pedaggio.
L'obiettivo è quello di invogliare i tanti pendolari che ogni giorno percorrono 2 volte questa autostrada a usare meno auto, mettendosi insieme ad altri colleghi e quindi inquinando meno.
Istituito con il Decreto del 16 dicembre 2004, l'Osservatorio Nazionale per le Fonti Rinnovabili e l'Efficienza Energetica negli usi finali è nato come strumento di verifica della coerenza tra le misure incentivanti e normative promosse a livello statale e regionale e di monitoraggio delle iniziative di sviluppo del settore.
Il disegno di legge "sviluppo" (1441-ter), quello per intenderci contenente l'emendamento del Governo sull' Agenzia Nucleare, include importanti novità in materia di energie rinnovabili e ora approvate dalla Commissione Attività Produttive della Camera.
Mentre và avanti lo scontro UE sul pacchetto energia e clima e dopo l'abolizione di certificazione energetica in edilizia ecco arrivare un altro colpo, e non da poco, per il settore del risparmio energetico.
La Commissione Europea ha presentato recentemente il "Pacchetto cambiamenti climatici ed energia", già definito 20-20-20, che prevede un impegno unilaterale dell'UE a ridurre di almeno il 20% le emissioni di gas serra entro il 2020; il raggiungimento del 20% di energia rinnovabile nel totale dei consumi energetici entro il 2020; l'aumento dell'efficienza energetica, con l'obiettivo di ridurre i consumi dell'UE del 20% rispetto alle proiezioni per il 2020.
Che sfida!
I numerosi progetti sull'idrogeno in tutto il mondo evidenziano un interesse crescente per questo vettore energetico, che secondo molti potrebbe dare il via alla terza rivoluzione industriale.
Il Regno Unito ha rubato alla Danimarca lo scettro di più grande produttore di energia eolica offshore.
Nasce nei laboratori dell'Ohio State University un nuovo materiale che supera due dei principali ostacoli associati all'energia solare: assorbire in una sola volta tutte l'energia contenuta nella luce visibile e generare gli elettroni in modo da renderli più facilmente catturabili.
Recentemente è stato firmato un accordo fra ENI, ENEL e Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in materia di CCS (Carbon Capture and Storage).
   
© ALLROUNDER